Turismo Al Via La Rete Delle Citta Sotterranee

[28-04-2009]
Un settore turistico e dei beni culturali del tutto peculiare: le Città Sotterranee. E’ un interesse legato a emergenze archeologiche nascoste e poco conosciute che negli ultimi anni sta incuriosendo sempre più quanti sono alla ricerca di percorsi culturali nuovi e alternativi.

Per questo motivo l’**Associazione Nazionale dei Comuni Italiani ** ha deciso di lanciare una nuova iniziativa finalizzata alla costituzione di una Rete delle Città Sotterranee per unire idealmente tutti quei Comuni che presentano sotterranei archeologici o di palazzi storici, ipogei, criptoportici, camminamenti difensivi ma anche sistemi idraulici, grotte, cunicoli di varia natura, pozzi, acquedotti. Alla Rete possono aderire anche quei Comuni che hanno emergenze sotterranee nel proprio territorio più vasto come cave naturali o artificiali, ambienti carsici o gallerie militari.

**Gli obiettivi della Rete – **attraverso la quale in prospettiva sarà anche possibile accedere alle **risorse stanziate in tale ambito dagli organismi nazionali e comunitari - **si collocano prioritariamente nel settore turistico e dei beni culturali, in particolare:

- dal punto di vista turistico si potranno promuovere gemellaggi con altre città all’estero (Parigi, Londra, Berlino, Cracovia …) e pacchetti di “Viaggi negli abissi cittadini”;

- dal punto di vista economico potranno essere avviate iniziative di marketing territoriale per la valorizzazione e la promozione dell’area interessata;

- dal punto divista culturale si potrà favorire la ricerca archeologica, il recupero delle fasi storiche del sito, l’organizzazione di mostre e convegni, l’organizzazione di corsi di speleo-archeologia urbana.

Inoltre, la Rete realizzerà annualmente una Guida alle Città Sotterranee d’Italia, un sito web e altre pubblicazioni ad hoc.

Per aderire al progetto e partecipare alla presentazione dell’iniziativa che si terrà presso la sede dell’Anci nazionale a Roma, in via dei Prefetti 46 contattare la dott.ssa Leonella De Santis, responsabile del progetto, telefonando ai numeri 06-81108793 o 334-6236503 oppure scrivere all’indirizzo e-mail ti.icna|sitnased#ti.icna|sitnased.
Fonte:http://www.anci.it/index.cfm?layout=dettaglio&IdSez=9528&IdDett=18435

Unless otherwise stated, the content of this page is licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License